sabato 17 marzo 2012

Corso Kiter Etica nel mondo del Lavoro



Ecco alcuni successi dei partecipanti:

“E’ un corso che mi sarà utile nella gestione del gruppo di lavoro con il quale mi confronto abitualmente. Ciò che ho trovato utile sono gli spunti che mi sono stati forniti per affrontare situazioni che spesso mi si presentano.” C.D.

“Questo corso mi ha dato un senso positivo, da guardare il mondo (lavoro e personale) con occhi diversi. Così da collaborare, comunicare per rendere il gruppo attivo. La responsabilità come la sensazione di fare qualcosa e fare di tutto per poterla avere.” G.C.

“Grazie alla conoscenza di alcuni modi di fare o notare cose che prima non notavo. Ho appreso tutto o quasi al fine di migliorarmi e migliorare gli altri.” S.M.

“Ricordarsi e pensare sempre da causa, credo che poi venga da se “prendersi cura degli altri”. E’ stato utile l’argomento negatività sia nel lavoro e nella vita.” A.L.

“Ho avuto tante nozioni sulle quali meditare sui miei comportamenti che vengono da me utilizzati sia nel lavoro che nella vita familiare.” M.T.

“Ho capito dove in passato ho sbagliato ad interagire con il mio gruppo. Ora so come e quando bisogna intervenire con un collega (o amico) per far in modo di raggiungere l’obbiettivo e poi la scena ideale.” E.F.

“Ho trovato conferma su alcuni aspetti, l’importanza del gruppo e di prendermi cura dei colleghi. Mi è piaciuto tantissimo la parte sull'allargamento della sfera di influenza, partendo dai colleghi ai clienti ed agli utilizzatori finali.” A. G.

“Focalizzazione del mio ruolo in azienda, gruppo e famiglia. Pratiche di vita da applicare nelle 4 dinamiche per migliorare e vivere meglio. Ho capito la non utilità della lamentela e la necessità di focalizzarsi sul “risolvere”. L’essere causa e non effetto.” M.L.

“Mi sento arrichito di nozioni a volte ritenute ovvie e scontate che metterò in pratica in modo più costruttivo. Il confronto e la discussione sugli interventi nei confronti dei colleghi.” D.T.

“Rompere le barriere che si creano alle volte con le varie funzioni per paura di invadere un’area di non mia competenza. Allargamento del controllo e delle sfere di applicazione dello stesso.” P.C.

“ La voglia di rimettermi ancora in gioco con questa nuova consapevolezza di produrre e fare sempre del mio meglio. Ascoltare lei (sig.Scarfò) e rapportare al mio lavoro e alla mia vita privata il confronto con i dati acquisiti mi fa venir voglia di migliorare.” GC. A.

“I benefici del corso sono stati notevoli. Ho aumentato la mia sfera d’influenza.” S.P.

“Il brontolare meno, migliorerebbe un eccesso di responsabilità e migliorerebbe la propria specializzazione. L’importanza della gestione del controllo è farci carico della causa molto più dell’effetto.” A.F.

“La distinzione del concetto di fuori etica e morale è stato utile. Sarebbe bello interagire con tutte le sfere d’influenza. E’ stato interessante.” A.V.

“La comprensione tra etica e morale ed il modo di relazionarsi con il team di lavoro; spesso causa di non effetto cambia ulteriormente il modo di lavorare così da presentare il miglioramento reale. L’essere “causa” perché cambia tassativamente la concezione comportamentale “classica”; essere “causa” ti rende l’attore principale per il miglioramento.” S.B.

“Consolidamento dei concetti di responsabilità, causatività, lavoro di squadra. Gli esempi su come intervenire sugli aspetti fuori etica dei colleghi con esempi e discussione. Sei mitico Alex.” P.F.

“E’ stato tutto molto chiaro e con buoni esempi, in particolare l’approfondimento sulle relazioni interpersonali e la sfera di responsabilità.” L.G.

“La causa – l’effetto –accordi stipulati- interagire su situazioni non etiche che osserviamo; sono stati molti spunti sui quali lavorare.” L.Z.

“Sono stati d’aiuto gli approfondimenti riguardo l’argomento, l’applicabilità dei concetti teorici nella realtà e gli esempi pratici applicabili nel lavoro e la vita privata.” L.C.

mercoledì 29 febbraio 2012

Successi dal Corso Etica nel mondo del lavoro





Successi dal Corso Etica nel mondo del lavoro

“Riconoscere le bandierine e le segnalazioni delle situazioni fuori Etica. E’ stato d’aiuto” S.N.

“La conoscenza e la spiegazione dei fenomeni della vita. E’ utile il fenomeno danno-motivato perché non ci avevo mai riflettuto.” A.B.

“Mi ha fatto riconoscere alcuni strani comportamenti delle persone e anche di me stesso. Molte cose le ho comprese come mie e molto vicine.” M.L.

“Ho imparato l’importanza di essere etici e non esserlo può provocare effetti dannosi.” P.D.

“Il controllo della mia area e saperne apportare dei cambiamenti. D’aiuto sono stati i dibatti avuti in aula, hanno dato modo di approfondire meglio i discorsi.” V.G.

“Etica in azienda in relazione all’overt-withold .E comprendere perché chi sbaglia, prima o poi dovrà rivelare il proprio errore.” V.D.

“E’ d’aiuto overt-withold ed etica in azienda; perché chi sbaglia prima o poi verrà a galla il proprio errore.” J.B.

“Capire le azioni sociali e antisociali, capire noi stessi. Comprendere me stesso, e le persone che mi circondano.” L.G.

“la comprensione sulle dinamiche di dare-avere, perché facilmente applicabili alla vita quotidiana.” S.Z.

“Individuare alcuni comportamenti e riflettere sulle cause che possono averli determinati.” M.P.

“Riflettere in modo più approfondito sul principio “etica”.Il sig. Scarfò è stato eccezionale.” I.D.

“Man mano che mi esercitavo con esempi pratici ci mettevo sempre meno tempo a scrivere le azioni per le condizioni. Ho appreso meglio i concetti e le parole che sento spesso, grazie agli esercizi pratici.” D.I.

“Molto positivi i benefici di oggi, mi danno modo di varie riflessioni.” C.M.

“L’aiuto formativo sull’etica e lo scrivere le condizioni di abbondanza e potere. La relazione dell’etica e dell’overt-motivatore in primo piano.” G.D.

“Imparare a conoscere i comportamenti che possono derivare da atti dannosi o da withold non rivelati. La sequenza overt-motivatore, e  capire come mai  in alcune situazioni ad ogni azione corrisponde una condizione.” R.C.

“Capire il comportamento delle persone quando non sono in etica e magari capire anche il nostro verso coloro a cui abbiamo mancato di mettere in etica. Comprendere che la sequenza overt-motivatore perché ogni azione corrisponde ad una reazione da parte della persona.” L.G.



giovedì 23 febbraio 2012

Successi dagli Esercizi di Applicazione delle Formule per il Successo degli Affari




Successi dagli Esercizi di  Applicazione  delle Formule per il Successo degli Affari

“Conoscere meglio e saper applicare le condizioni nelle aree in cui agisco. La condizione di Pericolo è stato utile comprenderla.” M.L.

“ho imparato le condizioni grazie agli esercizi ed ho imparato ad applicarle. Sono molto soddisfatta.” J.B.

“Riuscire a superare tutte le condizioni mantenendo attive le vie di  comunicazione. Capire meglio le condizioni con gli esempi.” E.M.

“Sono state soddisfatte le mie aspettative. Sono riuscita a capire meglio le condizioni e  come applicarle.” P.S.

“Il legame pratico e il concetto sull’applicazione delle condizioni. D’aiuto l’applicazione pratica delle condizioni.” A.B.

“Ho capito che l’analisi degli accadimenti deve essere frequente e deve diventare un’abitudine. Tutti gli esempi delle condizioni, molto utili gli esercizi.” F.C.

“Più sicurezza nel fare le varie condizioni. Perché con l’aiuto ho potuto avere la padronanza nel descrivere le varie condizioni.” C.M.

“Ho capito meglio le condizioni da applicare. Grazie agli esercizi perché ora capisco meglio.”G.D.

“Applicare più velocemente e in modo più sicuro le condizioni. Una formazione sempre più completa, grazie all’esercizio pratico.”I.D.

“Appreso in modo più dettagliato come gestire le condizioni di esistenza. Nessuno può entrare nella mia area fino a quando sono in normale operatività.” N.D.

“Riconoscere le condizioni e applicare i diversi punti. Utili gli esercizi perché con la pratica si applica in modo più immediato le condizioni alle diverse situazioni che si presentano.” V.D.

“Saper scrivere le azioni per poter affrontare e uscire da una condizione. Grazie alle esercitazioni e agli esempi concreti.” M.P.

“Imparare a riconoscere le condizioni e ad applicare le formule giuste per ogni situazione. Con gli esempi e gli esercizi in aula, proprio per capire come applicare le condizioni e non  fermarsi solo sulla teoria.” R.L.

“Capire le statistiche e saper quali azioni intraprendere per migliorare le statistiche. L’intervento può essere utile in ogni campo della mia vita.” L.G.

“Valutare nel miglior modo i benefici del mio lavoro. Gli esercizi sono sempre il miglior modo per apprendere un concetto.”V.G.

“Individuare meglio le condizioni, delle situazioni sia aziendali che private. Utile la condizione di pericolo.” L.G.

“Ho capito che la giusta applicazione delle condizioni può migliorare la mia operatività. Gli esercizi pratici sulle condizioni spiegate sono d’aiuto.” P. D.

“Riuscire a scrivere le formule delle condizioni. Gli esercizi perché la parte che mancava sulla lezione delle condizioni.” G.N.

“Mettere in pratica le condizioni dell’esistenza. La parte pratica mi ha aiutato molto.” M.C.

giovedì 26 gennaio 2012

Successi dal Corso Steflor Etica nel mondo del lavoro




Successi dal Corso Etica nel mondo del lavoro

“Ho chiarito quali sono i comportamenti definibili come etici e quindi imparare a comportarmi di conseguenza. L’etica in azienda è utile.” M.P.

“Il beneficio è che ho compreso come si applica l’etica in azienda. Ho trovato utile l’argomento su atto di commisione e di omissione.” J.B.

“Ho capito come si applica l’eticain azienda; e la parte che ho trovato molto utile è stato l’atto di omissione e l’atto di commissione.” G.D.

“Mi ha dato molti imput su cui andare a lavorare personalmente e per poter rapportarmi meglio con i colleghi (enon solo) e migliorare le abitudini.Aver capito che certe volte serve cambiare il modo di rapportarsi con la gente per far presente delle abitudini da cambiare.” E.M.

“Grazie all’intervento di oggi, ho capito che è importante far notare ad una persona che si stà comportando in modo non etico, e quindi stà facendo azioni fuori etica, perché se faccio finta di niente influenzerò anche la mia sfera. E’ stato utile comprendere con esempi le situazioni fuori etica, perché a volte non si sa che un comportamento può essere sbagliato.” S.N.

“Valorizzazione della pesona e delle sue caratteristiche per una resa migliore in azienda.Capire come agire in ogni situazione non corretta. La comprensione della definizione di Etica.” F.C.

“Cercherò di applicare i dati sia nel lavoro che nella vita privata (famiglia, ragazzo); grazie al chiarire alcuni concetti di fuori etica.” S.N.

“Realizzare i propri obbiettivi scalando tutte le formule.Capire meglio la definizione di Etica e vederla rapportata ad esempi concreti di vita quotidiana.” E.M.

“Aver imparato le varie definizioni di Etica e di problematiche comportamentali.Sicuramente  riconoscere il comportamento delle persone definendo la loro posizione Etica è d’aiuto. Come risolvere le difficoltà sull’etica essendo un executive.” L.K.

“Le riflessioni personali sul concetto di etica sono d’aiuto oltre a all’Etica aziendale dove è applicabile al lavoro.” A. B.

“E’ applicativo nella vita lavorativa e di interesse personale.” E.V.

“L’ampliamento delle conoscenze in tema di Etica e del giusto comportamento aziendale.” M.C.

“D’aiuto su aspetti dell’Etica magari difficili da notare.” D.P.

“Riconoscere le situazioni di non etica.E le parti che vanno fuori etica.” A. A.

“Aiutare gli altri a capire cosa non è Etico e accorgersi dei propri errori e corrergerli.Libertà  di parola e potere decisionale perché è importante dire ciò che si pensa per imparare dalle opinioni degli altri anche per migliorare non solo se stessi, ma anche il gruppo.” V. D.

“Riconoscere comportamenti non in linea per il bene del gruppo. Comportamenti non etici riconoscendoli da solo dai propri errori.” M.L.

“Ho conosciuto i livelli di Etica e le cose che ogniuno può reputare Etiche.” S.Z.

“Imparare a ignorare i sintomi o le condizione fuori Etica (cosidette bandierine!!!) evitando così future situazioni  di emergenza o pericolo.Riconoscere le situazioni fuori etica nell’ambiente lavorativo, che possono aiutare a migliorare il gruppo ed avvicinarsi alla scena ideale.” R.L.

“In generale ho imparato che gestire situazioni non etiche è essenziale per avere statistiche in crescita. Gli esempi e le situazioni sono state d’aiuto.” P.D.

“Mi sono fatta un’idea di etica, e soprattutto l’idea che ha ogniuno di essi. Ascoltare le varie opinioni con le relative risposte.” V.G.